Le Drude DOCG

Le Drude DOCG

Aglianico del Vulture DOCG - Vino rosso

Le Drude era il nome dato dai soldati piemontesi alle donne dei briganti. Questo vino nasce in onore al loro coraggio. Ottenuto da uve 100% Aglianico del Vulture, è l'unico Aglianico del Vulture DOCG ad essere invecchiato per 2 anni in grandi botti di rovere dopo un periodo di invecchiamento obbligatorio di almeno 12 mesi in contenitori di legno e almeno 12 mesi in bottiglia., zero barrique.

Le Drude si presenta con un bel rosso rubino con bordo brillante. Grande naso, magmatico e profondo con una gradevole evidenza ferrosa; nobili toni vegetali, poi arrivano stordenti toni di bacche nere (mirtillo, mora e ribes). La sosta nel bicchiere lascia sprigionare un vago richiamo marino. Grande capacità di evoluzione nel bicchiere con grande complessità. In boca si afferma con forza e sostanza con una successione di ritorni in via retronasale emozionanti, ottima acidità che ne garantisce lunga vita e che sostiene questo colosso in equilibrio. Finale lungo e preciso. Austero.

Circa 5.000 bottiglie prodotte da terreno calcareo, argilloso e magmoso di origine vulcanica, vinificato in acciaio a temperatura controllata, affina in botti di rovere per almeno due anni. Si abbina bene a formaggi, arrosti, piatti tipici.

Produttore

Michele Laluce

Denominazione del vino

LE DRUDE

Nome del vigneto <Cru>

AGLIANICO DEL VULTURE DOCG

Gradazione alcolica

13,5%

Caratteristiche di coltivazione biologico

Biologico non certificato

Zona vitivinicola e microzona:

Vulture – Contrada Serra del Tesoro

Estensione vigneto

Ha 6,00

Suolo

Calcareo, argilloso e magmoso di origine vulcanica

Esposizione

Sud-est

Altitudine

400-450 m

Età delle viti

10-15 anni

Cultivar

Aglianico del Vulture

Forma di allevamento

Spalliera con potatura a Guyot

Numero gemme per pianta

8-10

Produzione per ettaro

60-80

Produzione per ceppo

2,2 kg

Selezioni massali: Uso dei ceppi autoctoni – Sì o No

Concimazioni: stallatici, vegetali, chimici, nessuno.

No, nessuno

Uso di erbicidi, dissecanti, altro.

No.

Trattamenti in vigna e loro frequenza

(antibotritici, antimuffe, insetticidi, idrossido di rame, zolfo):

lavorazione del terreno

Modalità di vendemmia (manuale, meccanica, altro):

manuale

Modalità di pigiatura

Diraspatrice soffice

Modalità di pressatura

pneumatica

Tempo di macerazione

rimontaggi

Alloggiamento del pigiato

Acciaio inox

Controllo temperatura di fermentazione, sì, come:

sì, con cisterne refrigerate per caldo e freddo

Tempo e modalità di affinamento

affinamento per almeno 2 anni

Contenitore d’Affinamento, specificare quale

12 mesi affinamento in botti di rovere e 12 mesi in bottiglia

Uso solforosa/ solfitaggio, (indicare in quale fase e la quantità)

10 mg

Illimpidimento (indicare quali materiali)

NO

 

Filtri Sterilizzanti, tipologia e diametro

Cartoni filtri sgrossanti

Ricorso ad aumento del grado alcolico

NO

Uso di lieviti: selezionati, neutri, nulla

selezionati

Uso di mosto concentrato rettificato

NO

Uso di additivi (quali)

NO

Utilizzo di prodotti O. G. M.

NO

Pratica dell’Osmosi Inversa:

NO

Uso dei Chips:

NO